Tipologie di friggitrici

Sul mercato si possono trovare un gran numero di dispositivi diversi che si differenziano tra loro per tecnologia utilizzata, forma, consumi e prezzi. Tra le tante tipologie di friggitrici, tuttavia, prevalgono due modelli specifici, largamente impiegati a livello domestico.

Si tratta delle friggitrici tradizionali compatte, che si possono riempire con dell’olio, in modo da friggere gli alimenti a immersione come in padella, ma prevenendo cattivo odore e schizzi, oltre che mantenendo una temperatura costante ed omogenea, e delle friggitrici ad aria calda, in grado di cuocere gli alimenti attraverso la distribuzione di calore interno, donando ai cibi il tipico gusto di fritto, ma con molti grassi in meno.

Friggitrici tradizionali

Queste tipologie di friggitrici solitamente sono di forma rotonda o rettangolare. Le prime generalmente, presentano delle pareti esterne in plastica resistente al calore ed isolante, mentre le seconde sono costitute semplicemente da delle pareti in acciaio che potrebbero surriscaldarsi anche esternamente.

Internamente, la maggior parte dei device infatti monta un vano antiaderente da riempire con dell’olio e uno o più cestelli più o meno capienti, in grado di contenere una quantità variabile di cibo.

Solitamente, il cestello presenta un manico in plastica isolante, che non si surriscalda durante la cottura, permettendo all’utilizzatore di rimuovere la frittura a fine cottura senza rischio di scottarsi. Il coperchio, inoltre, oltre a proteggere dagli schizzi, potrebbe presentare un pannello trasparente, particolarmente utile per monitorare la cottura dei cibi.

A completare le caratteristiche di queste tipologie di friggitrici possiamo trovare dei filtri anti-odore, in grado di far fuoriuscire soltanto del vapore inodore dall’apparecchio, dei filtri per ripulire l’olio che consentono di riutilizzare quest’ultimo più volte, rimuovendo impurità e residui di cibo, oltre che dei sistemi di rimozione dell’olio automatici, in modo da pulire più velocemente il dispositivo.

Friggitrici ad aria calda

Queste tipologie di friggitrici spesso hanno una forma rotonda compatta. Le pareti esterne sono realizzate in plastica isolante, che rimane fredda anche dopo un uso intenso. Sempre esternamente spesso è presente un display e dei tasti con cui controllare tutte le funzionalità di queste apparecchiature da cucina.

Internamente, manca il cestello tipico dei dispositivi tradizionali, per fare posto a un ampio vano in acciaio inossidabile in cui porre all’interno gli alimenti che si desiderano friggere, grigliare o arrostire. Questi dispositivi, infatti, sfruttando la tecnologia di cottura ad aria calda simulano il funzionamento di un piccolo forno o di una piccola griglia, oltre che quello di una friggitrice vera e propria.

Aggiungendo soltanto un cucchiaio di olio è possibile donare agli alimenti quel gusto inconfondibile di fritto, ma con l’80% di grassi in meno. Questo è un grande vantaggio per coloro che sono a dieta, ma che non vogliono rinunciare a un pasto gustoso e croccante.

A completare le caratteristiche di queste tipologie di friggitrici è possibile trovare dei filtri anti-odore, dei serbatoi per raccogliere la condensa in modo da mantenere i cibi più croccanti e la possibilità di smontare ogni componente per lavarla in lavastoviglie.